Airselfie

Un sistema innovativo per valutare l’esposizione all’inquinamento atmosferico, realizzato con la partecipazione dei cittadini.            

 

 

 

AirSelfieD è un sistema sperimentale e innovativo per la valutazione dell’esposizione personale all’inquinamento atmosferico, sviluppato con la partecipazione dei cittadini.

La finalità del progetto, realizzato dall’Ordine dei Medici di Terni con la collaborazione tecnica e scientifica di Arpa Umbria, e grazie al finanziamento della Fondazione CARIT, è quella di sviluppare un sistema di valutazione dell’esposizione della popolazione alle polveri fini (PM2.5) attraverso l’uso combinato di modellistica di qualità dell’aria, sensoristica smart e un’APP per smartphone e tablet.

 

 

Le tappe del progetto

Lo sviluppo del progetto, avviato nel settembre 2016, prevede: 

  • Potenziamento della rete di rilevamento: a fianco agli strumenti “standard”, è stata installata nuova strumentazione per la misurazione delle polveri in tempo reale
  • Potenziamento del sistema di modellistica con una risoluzione di 1km2 e con l’acquisizione dei dati delle centraline
  • Sperimentazione di un sistema di misura con il contributo dei cittadini (citizen science):  una serie di volontari (rappresentanti di comitati, associazioni ambientaliste e di consumatori, medici di base, privati cittadini) indossano dei sensori portatili in grado di misurare in tempo reale le concentrazioni di polveri fini (PM2,5) cui sono esposti, nel corso della giornata, durante il tragitto dei propri spostamenti, tracciato attraverso la localizzazione GPS dello smartphone
  • Rilascio, entro dicembre 2017, della APP AirselfieD: realizzata attraverso i dati raccolti dal sistema sviluppato, confrontati con quelli delle 5 centraline della rete di monitoraggio della qualità dell’aria dislocate in città, la APP consentirà ad ognuno di conoscere la qualità dell’aria outdoor del luogo in cui si trova, in cui è stato nel corso della giornata o in cui intende andare. 

  

 

  

Gli strumenti di rilevamento dati in dotazione ai volontari del progetto

 

 

I contatori ottici di particelle (OPC) installati presso le centraline della Rete di monitoraggio

 

 

 


 

 

 

 

 

Documenti

Per saperne di più

Arpa Umbria