Betulaceae

In base alle ultime classificazioni sistematiche sono state apportate alcune modifiche ad alcune famiglie di interesse allergologico tra cui le BETULACEAE:

 
Oggi la famiglia delle Betulaceae ricomprende due sottofamiglie

  • Sottofamiglia Betuloideae con i seguenti generi : 
    • Alnus (ontano)
    • Betula (betulla)
  • Sottofamiglia Coryloideae con i seguenti generi: 
    • Carpinus (carpino bianco)
    • Corylus (nocciolo)
    • Ostrya (carpino nero)
 

Le due sottofamiglie si riconoscono per alcuni caratteri:

  • Betuloideae: hanno fiori femminili nudi e fiori maschili provvisti di perianzio, i frutti sono separati da brattee e bratteole
  • Coryloideae: hanno fiori femminili con perianzio e fiori maschili nudi, i frutti sono ricoperti da un involucro.

 

Diffusione della sottofamiglia Betuloideae: lungo la dorsale appenninica centrale fra i 400 e 2000 m. La betulla presente nelle nostre zone non è spontanea, è piantata in parchi e giardini per il suo portamento elegante. L’ontano è invece comune lungo le rive dei fiumi e nelle zone umide, è inoltre utilizzato come pianta ornamentale nei viali alberati. 

Descrizione: Sono arbusti o alberi di dimensioni pari a 25-30 m.
Allergenicità: molto alta

 

CALENDARIO FIORALE

Gen

Fem

Mar

Apr

Mag Giu Lug  Ago

Set

Ott  NovDic 

x

xx

 x

 x

         
Immagine
 

La sottofamiglia delle Coryloideae comprende poche specie con portamento arboreo e arbustivo. Ad essa appartengono i generi Carpinus (Carpino Bianco), Ostrya (Carpino Nero) e Corylus (Nocciolo).
Il carpino è una pianta che si adatta a qualsiasi terreno; raggiunge i 20 m di altezza e viene generalmente utilizzato per i rimboschimenti e per la realizzazione di siepi. L'ostria cresce in ambienti degradati e impervi, anche su terreni calcarei e asciutti. Gli impieghi sono simili a quelli del carpino. Il nocciolo  è molto comune perché coltivato come pianta da frutto e ornamentale. Di esso sono impiegati i frutti, ricchi di olio (profumeria, industria alimentare), il legno e le foglie (foraggio). Il suo polline è molto gradito alle api.

 

CALENDARIO FIORALE

Gen

Fem

Mar

Apr

Mag Giu Lug  Ago

Set

Ott  NovDic 

xxx

 x

           

 

Immagine