4 novembre 2016
 
L'erdità del fango

Un Paese dai piedi di argilla

Fabio Mariottini e Claudia Sorlini

Questo editoriale, scritto per l’edizione cartacea di micron, vuole ricordare la catastrofe che nel 1966 colpì Firenze ed evidenziare, a 50 anni da quell’alluvione, quanto poco sia cambiato in termini di prevenzione in questo Paese, dove terremoti e frane provocano tuttora morte e distruzione. Proprio mentre stiamo andando in stampa, infatti, la terra trema ancora nel Centro Italia, sollecitata da una scossa di magnitudo 6,5 con epicentro tra Norcia e Preci che ha finito di sfigurare un territorio già ferito e in parte abbandonato dalla popolazione dopo l’evento sismico del 24 agosto. È l’ennesima catastrofe annunciata che colpisce una delle zone più sismiche d’Italia dove gli abitanti, purtroppo, devono imparare a convivere con i rischi connessi agli eventi naturali.


LEGGI L'ARTICOLO
Paese fragile

L’alluvione di Firenze e il fattore P

Pietro Greco

Dall’alluvione di Firenze, forse abbiamo capito di essere un attore ecologico globale. Il concetto di rischio è entrato prepotentemente nella nostra vita individuale e nella vita collettiva a ogni livello: locale, regionale e globale. L’unica risposta è ampliare gli spazi di democrazia e agire sulla “percezione del rischio”, cioè sulla cultura.


LEGGI L'ARTICOLO
Paese fragile

I numeri dell'Italia Fragile

Cristina Da Rold

Il 10% del nostro territorio nazionale è formato da aree ad elevata criticità idrogeologica, il 19% è a rischio frane e il 23% è a rischio alluvioni. Solo 12 comuni su 100 in Italia sono completamente esenti, mentre per il restante 88% il rischio esiste, o su un fronte o sull'altro. Scopriamo quanto è vulnerabile il nostro Paese e cosa stiamo facendo su questo fronte.


LEGGI L'ARTICOLO
Paese fragile

Cinquanta anni di storia di un Paese fragile

Redazione

Cinquanta anni fa un’onda di piena dell’Arno si abbatté su Firenze, ferendo al cuore un’intera città e il suo straordinario patrimonio culturale. A quell’evento, alle tante emergenze che sono seguite e seguitano a colpire il nostro fragile Paese abbiamo dedicato il nuovo numero di micron, nel tentativo di fare il punto sui molteplici perché di una lezione che stentiamo a imparare.


LEGGI L'ARTICOLO
 
 
 
Letture e visioni

I microbi? Senza di loro non esisteremmo

Cristina Da Rold

 

Un libro utile come un manuale ma scorrevole come un romanzo, su un tema, quello del dissesto idrogeologico nel nostro Paese, non facile da raccontare. Una storia, quella della sismica e dell'antisismica italiana “di poco eros e tanto thanatos”. Un “mosaico di fragilità” che coinvolge 21 milioni di persone.

 
LEGGI L'ARTICOLO
 
 
 
ALTRI TEMI
LETTURE
FOTO STORIE
 
Facebook
Twitter
Website
 
 

www.rivistamicron.it