11 ottobre 2016
 
Cambiamenti Climatici

Climate change: che ne pensano gli elettori statunitensi?

Cristina Da Rold

Le elezioni in Usa sono alle porte e sono ben note le posizioni dell'uno e dell'altro candidato circa la nostra responsabilità sulle sorti del pianeta nei prossimi decenni. Strategie politiche a parte però, la differenza la faranno anche le persone, gli elettori, i cittadini, quelli che sono chiamati a prendere coscienza del problema e a iniziare a modificare i propri stili di vita per ridurre la propria impronta ecologica.


LEGGI L'ARTICOLO
Genetica

Le radici filogenetiche della violenza

Sara Mohammad Abdellatif

Quando diventiamo violenti con qualcuno, lo facciamo perché la violenza è parte intrinseca della nostra natura, oppure perché circostanze esterne, come l’educazione familiare o la società in cui viviamo, ci hanno messo nelle condizioni di nuocere? Il dibattito sulla natura della violenza umana non è nuovo, ma uno studio appena pubblicato su Nature aggiunge un contributo fondamentale, dimostrando come nell’uomo la violenza interpersonale che porta alla morte abbia una componente filogenetica.


LEGGI L'ARTICOLO
Inquinamento

L’aria è meno… “acida”

Stefano Pisani

Una nuova ricerca dell’Università di Copenaghen ha dimostrato che l’inquinamento dell’atmosfera con sostanze acide, a opera dell’uomo, è sceso ormai quasi ai livelli che si registravano prima dell’inizio della grande industrializzazione degli anni Trenta. Una buona notizia che proviene da studi condotti nella calotta glaciale della Groenlandia e che sono stati pubblicati sulla rivista Environmental Science and Technology.


LEGGI L'ARTICOLO
Blue dot. La terra adesso

L’entrata in vigore dell’accordo di Parigi, le elezioni negli Stati Uniti e altre notizie dal mondo

Antonio Pilello

Una rassegna delle notizie su ecologia, scienza e conoscenza pubblicate questa settimana sulle maggiori testate internazionali.


LEGGI L'ARTICOLO
 
Nobel Prize 2016

Rosalind Franklin e il segreto della foto 51

Neva Chieregato

In tutti i libri di scuola si legge che la struttura del DNA è stata scoperta da Francis Crick e James Watson nel 1953 ma, in realtà, dietro alla ricerca sulla molecola della vita c’è una donna inglese: Rosalind Franklin. Fu proprio lei a fotografare ai raggi X la doppia elica e a consolidare le ipotesi scientifiche dell’epoca. Purtroppo la scienziata non fece neppure in tempo a far valere i suoi meriti, perché morì di cancro il 16 aprile 1958.


LEGGI L'ARTICOLO
 
 
 
ALTRI TEMI
LETTURE
FOTO STORIE
 
Facebook
Twitter
Website
 
 

www.rivistamicron.it