16 agosto 2016
 
Scienza e società

Gli italiani e la scienza: esame superato senza lode

Andrea Rubin

Gli elettroni sono più piccoli degli atomi? Gli antibiotici uccidono i virus e i batteri? Il sole è un Pianeta? Se nel 2007 gli italiani in grado di rispondere correttamente a queste domande erano tra il 38,3 e il 50,6%, oggi la percentuale di risposte corrette cresce più di 10 punti. Sono questi gli ultimi dati pubblicati da Observa Science in Society. Ma come si spiega questo miglioramento delle competenze scientifiche degli italiani?

LEGGI L'ARTICOLO
Galapagos – La Ricerca Senza Confini

Pensa differente. Pensa scientifico

Stefano Porciello

È professoressa di medicina veterinaria alla Cornell University di Ithaca ed è stata anche Editor in Chief del Journal of Veterinary Cardiology. Sydney Moise ci parla di come il primo passo per diventare un ottimo scienziato sia quello di sviluppare un pensiero critico, ma per farlo bisogna allenare la mente sin da giovani.


LEGGI L'ARTICOLO
Comunicazione della scienza

Lost in translation. Le sfide della produzione scientifica nell’epoca della globalizzazione

Irene Sartoretti

La questione dei diversi modi di esprimersi, che sono anche diversi modi di percepire e di conoscere la realtà, assume oggi un’importanza capitale anche in relazione alla produzione scientifica. E questo per due motivi. Il primo riguarda la comunicazione all’interno delle équipe di ricerca, che sono sempre più internazionali. Il secondo riguarda la produzione scientifica vera e propria, che oggi come mai prima d’ora si rivolge, a un contesto largamente internazionale e a una comunità scientifica anch’essa fortemente internazionalizzata.


LEGGI L'ARTICOLO
Energia

Cara Internet, ma quanto consumi?

Romualdo Gianoli

L’enorme diffusione di Internet e dei social network richiede sempre maggiore capacità di calcolo da parte dei colossi dell’ICT. Questo vuol dire data center sempre più numerosi, grandi e potenti e, quindi, consumi e inquinamento sempre maggiori. Google, però, sta provando a invertire questa tendenza e per riuscirci si affida all’intelligenza artificiale.


LEGGI L'ARTICOLO
 
 
 
 
ALTRI TEMI
LETTURE
FOTO STORIE
 
Facebook
Twitter
Website
 
 

www.rivistamicron.it