2 febbraio 2016
 
Inquinamento

Nove buoni motivi per dare un prezzo fisso alle emissioni di carbonio

Pietro Greco

Chi inquina paga. Oggi non è così. Anche per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica. Fissare un prezzo fisso per chi le produce serve a disincentivare l’uso dei combustibili fossili e delle altre azioni che alterano il clima. Quello del bonus-malus, proposto dalla studiosa canadese Corinne Le Quéré, è un sistema che lancia un messaggio preciso. Anche se per alcuni è troppo macchinoso e rigido.

LEGGI L'ARTICOLO
Genetica

Regno Unito, sì alla modifica genetica di embrioni umani

Stefano Pisani

Gli scienziati britannici potranno compiere i test per comprendere i primissimi stadi dello sviluppo embrionale e spiegare, per esempio, cosa accade con gli aborti spontanei. Gli embrioni modificati non saranno però destinati alla riproduzione. Ma come qualsiasi discussione sulla manipolazione genetica sono in molti a sollevare l'accusa di voler "giocare a fare Dio". Staremo a vedere come andrà questa partita.

 

LEGGI L'ARTICOLO
Salute

L’”esplosione” di Zika. Quanto dobbiamo preoccuparci?

Tina Simoniello

Il virus Zika "si propaga in maniera esplosiva". E' questo l'allarme lanciato dall'OMS che convoca una riunione straordinaria per affrontare la diffusione del morbo che ha l'aspetto di un'influenza normale, ma provoca gravi conseguenze in caso di gravidanza. Si dovrà decidere se proclamare l'emergenza mondiale come nel caso dell'Ebola. Attesi 3-4 milioni di casi solo nelle Americhe.


LEGGI L'ARTICOLO
Energia

Il mar nero d’Italia

Giuseppe Nucera

Dopo la decisione del Ministero dello Sviluppo economico di conferire una nuova concessione di ricerca petrolifera off shore davanti alle isole Tremiti e la dichiarazione di ammissibilità del referendum anti trivellazioni da parte della Corte Costituzionale, l'attenzione sulla ricerca del petrolio italiano è aumentata più che mai. Ma qual è la produzione nazionale e quanto pesa sui consumi italiani? Ecco la radiografia della ricerca e della produzione di olio greggio in terraferma e nei mari italiani.


 
LEGGI L'ARTICOLO
 
Ambiente e salute

Ocse: scenari allarmanti se non cambierà la politica ambientale

Cristina Da Rold

Anche l’Ocse lancia l’allarme contro la politica poco o per nulla sensibile all’ambiente decisa finora dai governi del mondo che porterebbero a scenari allarmanti per il nostro pianeta da qui al 2050.

LEGGI L'ARTICOLO
Evoluzione

Cambiamenti ambientali: come potrebbe mutare l’uomo?

Stefano Pisanini

In determinati momenti dell’evoluzione umana, le mutazioni sono state decisive per consentire alla nostra specie di sopravvivere e diffondersi globalmente. Importanza che potrebbero tornare ad avere in futuro, in risposta a nuovi e particolari scenari ambientali.


 
LEGGI L'ARTICOLO
 
 
 
ALTRI TEMI
LETTURE
FOTO STORIE
 
Facebook
Twitter
Website
 
 

www.rivistamicron.it