12 gennaio 2016
 
Il punto

Una rivoluzione incompiuta

Fabio Mariottini

 

Etica, territorio, cultura, interazione fra i saperi. Sono molti dei termini che compongono le riflessioni di quanti, oggi, si interrogano sulla necessità di un nuovo paradigma economico. E sono alcuni dei concetti intorno ai quali già 60 anni fa, pur in un contesto molto diverso, una figura anomala di imprenditore e intellettuale italiano sviluppava la propria idea di progresso e un diverso modello di sviluppo: Adriano Olivetti.

LEGGI L'ARTICOLO
Energia

La percezione a livello internazionale dell’Energiewende

Antonio Pilello

Sulla trasformazione del sistema energetico tedesco in favore delle rinnovabili l'attenzione mediatica internazionale è costante e rivela spesso una percezione differente del fenomeno.

 

LEGGI L'ARTICOLO
Evoluzione

Ötzi riscrive la nostra storia

Pietro Greco

Nuovi studi condotti sullo stomaco dell’“uomo di Similaun” rivelano come la storia di Homo sapiens in Europa è molto più ricca e complicata di quanto immaginiamo. Ma la ricerca realizzata a Bolzano ci dice anche qualcos’altro. Lì, in Alto Adige, hanno scoperto tutto il valore dell’economia sostenibile della conoscenza.


LEGGI L'ARTICOLO
Cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici? E’ meglio se li spiega un’infografica

Giovanna Dall'Ongaro

Più efficaci di un rapporto scritto, i grafici e le mappe interattive stanno cambiando il modo di fare informazione soprattutto su temi di interesse globale. Sembrano un prodotto dei nostri tempi, ma in realtà hanno una lunga storia alle spalle.

LEGGI L'ARTICOLO
App e dintorni

Dove si butta? Lo smartphone per la raccolta differenziata

Salvatore Marazzita

La raccolte differenziata passa sempre più attraverso lo smartphone. Ci sono app per destreggiarsi tra i diversi cassonetti; app per conoscere gli orari di raccolta o individuare l’eco-centro più vicino. Ma gli smartphone possono essere utili anche per conoscere la qualità dell'aria della propria città.


 
LEGGI L'ARTICOLO
 
Letture

La transizione verde salverà l’economia

Tina Simoniello

Transizione ecologica significa una società di beni comuni in cui il credito sia considerato mezzo e non fine per realizzare riforme a vantaggio di tutti e benefiche per l’ambiente: rinnovamento termico degli edifici, cambi di prassi nella mobilità, tasse più alte per chi inquina, in pratica «un’economia sempre meno energivora e inquinante».

 
 

 

LEGGI L'ARTICOLO
 
ALTRI TEMI
LETTURE
FOTO STORIE
 
Facebook
Twitter
Website
 
 

www.rivistamicron.it